business interruption, coronavirus, polizze vita

Perdite operative: un nuovo assicuratore condannato

Nuova decisione in caso di perdite operative. Groupama è stata appena condannata, in riferimento,dal Tribunale commerciale di Rennes, l’assicuratore che si rifiuta di coprire le perdite operative di due proprietari di sale di accoglienza. Costretti a chiudere il loro stabilimento a causa della pandemia Di Covid-19, i due proprietari del palazzo Petit Corcé – situato a Nouvoitou a Ille-et-Vilaine e dedicato all’organizzazione di matrimoni e seminari – hanno chiesto la garanzia di perdita dello sfruttamento del loro contratto assicurativo. Contro il rifiuto di garanzia, hanno deciso di intraprendere un’azione legale.

Come rivelato dai nostri colleghi del quotidiano Ouest France, il Tribunale Commerciale di Rennes ha ordinato all’assicuratore il 13 agosto di pagare 70.000 euro come disposizione. È stato inoltre assegnato un esperto per determinare l’importo delle perdite. La pubblicazione dei risultati è prevista per la fine di novembre.

A differenza di una decisione nel merito, che ha l’autorità della questione provò, un’ordinanza di riferimento consente di ordinare misure provvisorie o di emergenza, senza decidere, in linea di principio, i meriti della controversia (si tratta di una procedura rapida con effetto immediato).

Fonte: Argus de l’assurance ANNA DARCEL | 25/08/2020 alle 12:17

business interruption, coronavirus

Perdita Affari:doccia fredda per assicuratore francese

I giudizi si susseguono e non sono gli stessi per Axa. In un caso nel merito, il Tribunale commerciale di Tarascon ha appena ordinato all’assicuratore di risarcire un ristoratore di Bouches-du-Rhàne, a seguito delle perdite subite da quest’ultimo durante la chiusura del suo stabilimento durante il confinamento.

Nuovo episodio nel caso tra Axa e ristoratori in Francia. In una sentenza nel merito emanato il 24 agosto 2020, il Tribunale Commerciale di Tarascon(Bouches-du-Rhàne) ha ordinato ad Axa France di risarcire il gestore della Bergerie – un ristorante situato nel golf resort di Servanes (vicino a Salon-de-Provence)– per le perdite operative legate alla chiusura forzata della sua istituzione da parte delle autorità amministrative tra il 13 marzo e il 2 giugno 2020. “Il Tribunale ritiene che, fintanto che l’epidemia a termine non sia definita, la clausola di esclusione di Axa è troppo ampia. Deve pertanto essere dichiarato non scritto, aisensi dell’articolo 1170 del codice civile in quanto contravviene alle disposizioni dell’articolo L.113-1 paragrafo 1 del codice assicurativo”,spiega il maestro Jean-Pierre Tertian,avvocato del conservatore. Il Tribunale ordina quindi ad Axa di pagare in esecuzione una somma di 114.105,54 euro,corrispondente alla perdita di margini lordi subita durante il periodo di reclusione da parte del gestore di bergerie.

Source:NICOLAS THOUET | 24/08/2020 alle 14:01

L’Argus de l’Assurance

coronavirus, perdita affari - business interruption

Perdita di Affari : chef stellato francese perde causa con assicuratore che aveva clausola “standard” e non “personalizzata”

L’articolo qui sotto dimostra l’importanza del broker di assicurazione, che seguendo le esigenze del cliente, chiede modifiche alle condizioni generali di una polizza, per personalizzare il contratto e ottenere il giusto risarcimento, come per i recenti casi di “perdita di affari” per chiusura attività ( di ristorazione o alberghiere) causa covid19.

Articolo di ANNA DARCEL | 18/08/2020 L’Argus de l’Assurances

Nella bagarre tra lo chef stellato Michelin Michel Sarran e l’assicuratore Axa, il Tribunale Commerciale di Tolosa ha appena deciso la controversia a favore dell’assicuratore.

Parigi, Lione, Bordeaux ….e ora Tolosa. Mentre il 22 maggio, il Tribunale Commerciale di Parigi si è pronunciato a favore del ristoratore Stéphane Manigold nella controversia contro l’assicuratore Axa,è il turno del Tribunale Commerciale di Tolosa di pronunciare una sentenza nel caso tra l’assicuratore e lo chef stellato Michelin Michel Sarran..

Il famoso chef ha deciso di portare Axa France in tribunale dopo che l’assicuratore si è rifiutato di assumersi la responsabilità per le perdite operative del suo ristorante stellato Michelin a Tolosa, che è stato chiuso a causa della pandemia Di Covid-19. Con una sentenza del 18 agosto 2020, il Tribunale commerciale di Tolosa ha respinto le richieste di Michel Sarran, ritraendo che la clausola di esclusione osteggiata dall’assicuratore era destinata ad applicarsi. Esso prevedeche “si siano escluse – perdite operative, quando, alla data della decisione di chiusura, almeno un altro stabilimento, qualunque sia la sua natura e attività, è soggetto, nello stesso territorio dipartimentale di quello dello stabilimento assicurato, ad una misura di chiusura amministrativa, per una causa identica.».

Il giudice ha ritenuto che “l’estensione della garanzia relativa alle perdite operative derivanti da una chiusura amministrativa a causa di un’epidemia è accompagnata da una clausola di esclusione, che è applicabile in questo caso” e che “questa clausola di esclusione non priva l’obbligo essenziale di Axa France IARD della sua sostanza e non svuota l’estensione della garanzia della sua sostanza”. Intervistato da France Bleu, il famoso chef ha detto che avrebbe fatto appello alla decisione.

Questa decisione (sentenza nel merito) è importante secondo Axa, che indica che si riferisce al contratto standard proposto dagli agenti generali.

A woman walks past a closed cafe in Paris on March 16, 2020 as all non-essential public places including restaurants and cafes have been closed to prevent the spread of the Covid-19, caused by the novel coronavirus. – France will progressively reduce long-distance train, bus and plane travel over the coming days in a bid to limit the spread of the coronavirus, the government announced on March 15. The country has already shuttered cafes, restaurants, schools and universities and urged people to limit their movements. (Photo by Philippe LOPEZ / AFP)

Altri casi in corso

Axa France aveva raggiunto un accordo transazionale con il ristoratore parigino, Stéphane Manigold, così come diverse centinaia di altri clienti per compensare “una parte sostanziale” delle loro perdite operative. In un altro caso, con un’ordinanza di rinvio del 23 luglio 2020, il Tribunale Commerciale di Marsiglia ha ordinato all’assicuratore Axa France di pagare un accantonamento pari a 66.385 euroal suo assicurato, un ristoratore di Marsiglia.

Axa France è stata anche citata in giudizio a Bordeaux, dal ristorante “Chez Aldo” con sede a Pyla,così come a Lione dal ristorante Le Bacchus. In entrambi i casi, il giudice arbitrale si è dichiarato incompetente, rinferendo il caso ad un’udienza nel merito. Nel caso tra Les Assurances du Crédit Mutuel (ACM) e un ristoratore di Annecy, il giudice ha nuovamente ritenuto che non fosse in buona capacità di decidere questa controversia.

coronavirus, polizze

Perdita di Affari: il Tribunale Commerciale Di Marsiglia condanna l’assicurazione

source: ANNA DARCEL | 12/08/2020 à 13h05 from L’Argus de l’Assurance

Nella controversia tra un ristoratore di Marsiglia e l’assicuratore Axa, il giudice del Tribunale commerciale di Marsiglia ha appena deciso la controversia a favore dell’assicurato.

Dopo il Tribunale commerciale di Parigi nel caso tra Axa France e il ristoratore Stéphane Manigold,è il turno del tribunale di Marsiglia a condannare l’assicuratore nella controversia contro un ristoratore di Marsiglia.

Come rivelato dai nostri colleghi di Le Point,il Tribunale Commerciale di Marsiglia ha emesso il 23 luglio un ordine di deferimento con il quale l’assicuratore Axa France è incaricato di liquidare una disposizione “da rivendicare sul risarcimento dovuto ai sensi del contratto” pari a 66.385 euro al suo assicurato,un ristoratore di Marsiglia. In questione è una clausola di esclusione contraria all’assicurato, che cerca di coprire le sue perdite operative, a seguito della chiusura della sua istituzione a causa del Covid-19.

Una clausola non interpretabile

“La decisione del Tribunale commerciale di Marsiglia è un ordine di riferimento, pertanto una decisione provvisoria che non decide il merito» ha reagito l’assicuratore Axa France contattato da L’Argus de l’assurance. L’assicuratore afferma di aver impugnato la decisione. Il contratto di assicurazione esaminato dal giudice prevede in modo molto esplicito che le chiusure amministrative che interessano diversi stabilimenti per lo stesso motivo nello stesso dipartimento non siano coperte. La decisione del 23 luglio ignora pertanto una clausola contrattuale chiara, precisa ed esplicita.”

Secondo Le Point, che ha potuto consultare l’ordine di riferimento,il giudice ritiene che la garanzia delle perdite operative del contratto sottoscritto dall’assicurato non sia aperta all’interpretazione. “Ne consegue che questa clausola di esclusione non può vanifichere l’applicazione del contratto di assicurazione sottoscritta dalla società. . . axa France Iard».

Altri casi in corso

Dopo aver inferto l’arbitro contro Stéphane Manigold, Axa France ha raggiunto un accordo transazionale con il ristoratore parigino e diverse centinaia di altri clienti per compensare “una parte sostanziale” delle loro perdite operative.

Axa France è stata citata anche a Bordeaux, dal ristorante “Chez Aldo” con sede a Pyla,così come a Lione dal ristorante Le Bacchus. In entrambi i casi, il giudice arbitro si è dichiarato incompetente, riferendo il caso ad un’udienza nel merito. Nel caso tra Les Assurances du Crédit Mutuel (ACM) e un ristoratore ad Annecy, il giudice ha nuovamente ritenuto di non essere in buona capacità di decidere questa controversia.