polizze

LLOYD’S : bilancio, gestione del capitale e solvibilità in posizione forte per rispondere al COVID-19

Lloyd’s ha confermato oggi che il mercato è in una posizione forte per rispondere agli impatti di COVID-19 e supportare i propri clienti e partner commerciali, a seguito della pubblicazione dei risultati annuali 2019.

Nel 2019 le risorse nette di Lloyd sono aumentate dell’8,6% a 30,6 miliardi di euro, riflettendo un bilancio eccezionalmente solido e un coefficiente di solvibilità centrale del 238%. 

Sebbene nelle ultime settimane vi sia stato un alto grado di turbolenza sui mercati finanziari, il tasso di solvibilità del Lloyd del 19 marzo si è attestato al 205%. L’eccezionale forza del bilancio del mercato è stata ulteriormente rafforzata dal ritorno di Lloyd a un utile di 2,5 miliardi di dollari (2018: perdita di 1,0 miliardi di dollari) nel 2019, trainato dalla riparazione dei mercati d’investimento nel primo semestre 2019. 

John Neal, CEO di Lloyd, ha dichiarato: 

“Mentre siamo lieti di annunciare il ritorno di Lloyd alla redditività nel 2019 e continuare i progressi attraverso le nostre priorità, il nostro obiettivo principale in questo momento è quello di supportare i nostri clienti e partner commerciali nel momento del bisogno. Sono fiducioso nella capacità di Lloyd di affrontare le sfide di prima, e così facendo dimostrare la capacità ineguagliabile del mercato di sostenere persone, aziende e paesi in tutto il mondo in risposta agli impatti di vasta portata di COVID-19. 

Poiché ci concentriamo sul supporto ai nostri partner commerciali e clienti durante questo periodo, non è mai stato più importante accelerare i progressi sulla nostra ambizione di creare il mercato assicurativo più avanzato attraverso il futuro di Lloyd’s. Abbiamo affinato la nostra attenzione per il 2020, dando la priorità alle iniziative che garantiranno che circa l’80% del business di Lloyd sia supportato digitalmente, insieme a miglioramenti nell’elaborazione dei sinistri di monitoraggio rapido e alla creazione dei dati fondamentali e dell’infrastruttura tecnologica per sostenere il futuro ecosistema di Lloyd.” 

Bruce Carnegie-Brown, Presidente dei Lloyd’s, aggiunse: 

“L’inizio del 2020 si è rivelato eccezionalmente difficile, poiché COVID-19 si diffonde rapidamente in tutto il mondo con conseguenze devastanti per le famiglie, le comunità e l’economia globale. Ora più che mai, i nostri clienti hanno bisogno di noi per essere pronti a supportarli in questi tempi difficili. 

In Lloyd’s, stiamo gettando le basi per farlo in modo più efficace. Concentrandoci sulla gestione delle prestazioni, modernizzando il mercato e creando una cultura di mercato che attirerà i migliori e più brillanti talenti, stiamo rendendo il mercato più resiliente, più di successo e meglio posizionato per soddisfare le esigenze dei nostri clienti.” 

Risultati annuali 2019 2019 di Lloyd in dettaglio 

Lloyd’s ha annunciato oggi un ritorno all’utile di 2,5 miliardi di euro (al lordo delle imposte) per il 2019, con un miglioramento di 3,5 miliardi di euro rispetto all’anno precedente (2018: una perdita di 1,0 miliardi di euro) e un rendimento del capitale dell’8,8% (2018: (3,7%). 

I dati principali riportati nella relazione annuale 2019 di Lloyd sono:

  • Risorse nette per 30,6 miliardi di euro (2018: 28,2 miliardi di euro)
  • Rapporto centralmente di solvibilità e copertura del 238% (2018: 249%; 19 marzo 2020: 205%)
  • Crediti lordi versati per 23,0 miliardi di euro (2018: 19,7 miliardi di euro)
  • Premi lordi scritti per 35,9 miliardi di euro (2018: 35,5 miliardi di euro)
  • Combined ratio del 102,1% (2018: 104,5%)
  • Utile di mercato aggregato di 2,5 miliardi di euro (2018: perdita di 1,0 miliardi di euro)

Il ritorno della Lloyd alla redditività nel 2019 è sostenuto da una forte performance tra gli investimenti (2019: 4,8% di rendimento; 2018: rendimento dello 0,7%), insieme a aumenti dei tassi sostenuti e miglioramento della disciplina dell’underwriting. Il combined ratio di Lloyd’s ha registrato un miglioramento di 2,4 punti percentuali al 102,1% (2018: 104,5%), con il sottostante indice infortuninte in miglioramento al 96,0% (2018: 96,8%), in esclusiva per i sinistri più importanti. Questi sviluppi incoraggianti mostrano che l’agenda delle prestazioni di Lloyd sta cominciando a guidare una migliore disciplina di sottoscrizione nel mercato dei Lloyd’s. 

I premi lordi scritti (GWP Gross Written Premiums) del periodo sono stati pari a 35,9 miliardi di euro, in un aumento marginale rispetto ai 35,5 miliardi di euro del 2018. Ciò equivale a una riduzione del GWP del 2,6% dopo aver eliminato i movimenti positivi dei tassi di cambio ed è sostenuta da un aumento dei tassi corretti per il rischio del 5,4%, che indica una continua disciplina di sottoscrizione in tutto il mercato. 

  2019 2018
Risorse nette 30,6 miliardi di euro 28,2 miliardi di euro
Rapporto di solvibilità 238% 249%
Premi lordi scritti

35,9 miliardi di euro

35,5 miliardi di euro

Sinistri lordi pagati

23,0 miliardi di euro

19,7 miliardi di euro

Rapporto combinato

102.1%

104.5%
Rendimento del capitale (annualizzato) 8.8% (3.7%)
Risultato finanziario ante imposte

2,5 miliardi di euro

(1,0 miliardi di euro)

26/03/2020

img_1118

risk management

PANDEMIA CORONAVIRUS- EVENTI CANCELLATI : un aiuto dalle assicurazioni ?

“L’Europa è diventata l’epicentro della pandemia Covid-19, con più casi e decessi segnalati rispetto al resto del mondo messo insieme, a parte la Cina”. Lo ha detto il direttore generale dell’Oms, l’Organizzazione mondiale della Sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, nel briefing di oggi sulla pandemia di coronavirus. “Ogni giorno vengono segnalati più casi di quanti ne siano stati segnalati dalla Cina al culmine dell’epidemia”, ha rimarcato il numero uno dell’Oms precisando che nel mondo sono stati accertati 132.567 casi in 123 Paesi e ci sono stati 4.947 decessi, “una soglia tragica”. In questa tragedia mondiale e’ positiva la situazione in Corea del Sud , dove per la prima volta dall’inizio dell’epidemia ci sono state più guarigioni che contagi. Coronavirus e sport

Gazgazz PNGL’emergenza sanitaria provocata dal Coronavirus ha portato all’annullamento di tutte le manifestazioni sportive , dai campionati di calcio nazionali ed internazionali, F1, motomondiale , basket e ciclismo ( vedi immagine tratta da Gazzetta dello Sport 14/03/2020) con importanti danni all’economia e agli organizzatori di eventi. Assicurazione degli eventi : cosa copre ? Questa è l’occasione per spiegare che cosa puo’ offrire il mercato assicurativo a protezione degli Eventi , con una polizza che fra le diverse garanzie copre la Responsabilità Civile dell’Organizzatore, la mancata presenza dell’artista, la riduzione di fatturato e l’annullamento-cancellazione dell’evento.L’ assicurazione per la cancellazione di eventi protegge da costi e spese irrecuperabili che come  organizzatore potresti dover sostenere a causa della cancellazione dell’evento a causa di circostanze al di fuori del tuo controllo. L’assicurazione annullamento eventi rimborsa i costi irrecuperabili e le spese sostenute o la perdita di profitto a seguito di imprevedibili abbandoni, rinvii, interruzioni o cancellazioni  del tuo evento. Per esempio: la sede è inaccessibile a causa di un incendio, chiusura o problemi di sicurezza; condizioni meteorologiche avverse impreviste ti costringono a cancellare. Cosa e’ escluso dalla polizza annullamento evento ? Tranne alcune eccezioni le polizze non coprono le cancellazioni dovute a l’imposizione di quarantena o restrizione in genere di viaggi per persone o animali da parte di enti o agenzie nazionali o internazionali per allarme di malattie infettive e trasmissibili, come l’attuale pandemia da coronavirus. In questo periodo non e’ possibile assicurare l’annullamento di eventi sportivi, in programma nelle settimane successive alla data del 3 aprile 2020 – fissata dal Governo Italiano come termine per il blocco delle manifestazioni pubbliche quali concerti, campionati ed eventi sportivi – perche’ il rischio “coronavirus” e’ gia’ noto e le assicurazioni possono assicurare per infezioni non ancora riconosciute dalle organizzazioni sanitarie. Il consiglio per pianificare in un’ottica di “risk management” dell’organizzazione di eventi sportivi, le assicurazioni a protezioni degli eventi vanno preparate con largo anticipo – esempio alla fine dell’edizione appena terminata, per quella dell’anno prossimo – e non a poche settimane dall’effettuazione dell’evento.

Paolo Golinucci https://www.golinucci.it/prodotti-e-servizi/assicurazione-eventi

Gazgazz PNGfonte immagine GAZZETTA DELLO SPORT 14/03/2020