costi, pensione, polizze, polizze vita, rendimenti

Trasparenza: più chiara l’incidenza dei costi sul rendimento delle polizze vita – Index e unit linked: quando le perdite superano il 30% il cliente deve essere avvisato

19 dicembre 2005 – Corriere Economia – Pagina 25

Sorveglianza speciale sui costi. Informazioni più trasparenti. E maggiore attenzione alle esigenze degli investitori. Dal 1° dicembre le polizze vita hanno guadagnato in trasparenza. Merito della circolare 551 dell’ Isvap (l’Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni) che rimodella gli obblighi delle compagnie per i nuovi contratti.

Continua a leggere “Trasparenza: più chiara l’incidenza dei costi sul rendimento delle polizze vita – Index e unit linked: quando le perdite superano il 30% il cliente deve essere avvisato”

polizze vita

PUNTARE SUL BREVE. POLIZZA GARANTITA

PUNTARE SUL BREVE Un investimento a basso rischio e di breve durata: è la formula scelta da My Life 109%, la polizza di risparmio a premio unico lanciata dal Lloyd Adriatico con scadenza 2005. Al cliente viene riconosciuto l’ intero rendimento della gestione separata Epu, al netto delle commissioni di gestione. Sono previsti il consolidamento dei risultati e un rendimento garantito del 3%, che per il 2002 sale di un punto se la polizza viene fatta entro marzo. Il premio minimo è 10.000 euro, è prevista una commissione di 75 euro all’ emissione del contratto e una commissione annua sul rendimento del fondo fra l’ 1,7 del primo anno e l’ 1,2% dell’ ultimo. Numero verde 800841061, http://www.lloydadriatico.it Il rendimento garantito è elevato; La commissione annua di gestione abbassa le performance POLIZZA GARANTITA Una polizza ad alta protezione. E’ l’ ultima proposta di Norwich Union International. Si tratta di una unit linked a vita intera – Union Star Pulsar – a premio unico. Il sottoscrittore può scegliere tra quattro portafogli gestiti variabili in base a rischio/rendimento e una vasta gamma di fondi. Di particolare interesse la soluzione a capitale garantito (premio minimo 50.000 euro). Ogni fondo ha varie date di scadenza e garantisce il capitale prefissato all’ inizio. Alla fine di ogni mese se la sua quotazione è cresciuta l’ extraperformance viene aggiunta al valore garantito. Non ci sono costi sui versamenti: spese amministrative dello 0,085% mensile per i primi 5 anni e di gestione dei fondi dallo 0,4% all’ 1,6% annuo. Numero verde 800.780.913 Niente costi sul versamento e spese ridotte dopo i 5 anni. Il versamento iniziale è abbastanza elevato Paolo Golinucci

Golinucci Paolo

Pagina 18
(25 marzo 2002) – Corriere Economia

polizze vita

Polizze ” unit linked ” piu’ trasparenti

La circolare Isvap detta le regole da seguire per i contratti di nuova generazione Polizze “unit – linked” piu’ trasparenti Piu’ trasparenza per le polizze index – linked e unit – linked, le formule che hanno rivoluzionato il mercato assicurativo italiano negli ultimi mesi. Con una recente circolare l’Isvap ha dettato nuove regole a cui le compagnie dovranno attenersi da luglio. COSA CAMBIA Scopo della circolare e’ di garantire maggiormente i sottoscrittori di queste polizze che, per la loro natura, sono molto diverse dai tradizionali contratti. Le index – linked – a pagina 4 una panoramica dei contratti sul mercato – legano il loro rendimento a uno o piu’ indici azionari mentre le unit sono strettamente connesse ai fondi comuni. Formule che potenzialmente possono garantire performance piu’ elevate ma anche rischi maggiori rispetto ai contratti standard. Nella nota informativa, pertanto, deve essere precisato il “rischio d’investimento sopportato dall’assicurato” dato dalla variabilita’, totale o parziale, delle prestazioni che dipendono dall’andamento dei mercati finanziari. Per quanto riguarda le index – linked, l’Isvap ha stabilito che gli indici di riferimento a cui sono agganciate le prestazioni dovranno essere basati su strumenti finanziari quotati in mercati regolamentati: a garanzia degli assicurati, inoltre, gli enti che emettono titoli a copertura degli impegni assunti dalla compagnia dovranno contare su un’adeguata classe di rating a garanzia della loro affidabilita’. PARACADUTE Per essere contratti emessi da una compagnia di assicurazione, anche le index e le unit devono avere clausole di garanzia, tipiche delle polizze. La prima e’ quella della copertura assicurativa: sono vere e proprie polizze solo se l’impresa si assume un rischio demografico. In pratica deve essere previsto il pagamento di un capitale o di una rendita al verificarsi di un evento attinente alla vita umana (morte o invalidita’). Se queste caratteristiche non sono presenti il contratto puo’ essere definito come operazione di capitalizzazione, nel quale l’ammontare della somma da pagare a scadenza deve essere predeterminato. In una simile ipotesi non c’e’ alcuna “copertura” assicurativa, ma deve esserci comunque una garanzia minima di rendimento. Ricordiamo che questi contratti, comunque, conservano i vantaggi tipici delle polizze vita: le somme liquidate in caso di morte dell’assicurato sono esenti da imposte di successione; il capitale finale e’ insequestrabile e impignorabile; il premio annuo e’ detraibile dall’Irpef. Paolo Golinucci

Golinucci Paolo

Pagina 3
(29 giugno 1998) – Corriere della Sera