assicurazioni

Dai Lloyd’s un’assicurazione a copertura della BUSINESS INTERRUPTION aziendale per pandemia

Lloyd’s, il mercato delle assicurazioni leader a livello mondiale,  sta prendendo in considerazione la creazione di un nuovo veicolo assicurativo chiamato ‘Recover Re’, progettato per fornire “dopo l’evento” copertura per la ripresa aziendale legata alla pandemia, tra cui la crisi Covid-19 in corso.

Lloyd’s ha rivelato oggi che pagherà da 3 a 4,3 miliardi di dollari ai suoi clienti globali a causa degli impatti di vasta portata di COVID-19.

ll

Questo è alla pari con l’11 settembre nel 2001 e l’impatto combinato degli uragani Harvey, Irma e Maria nel 2017, che hanno portato a perdite simili da parte del mercato Lloyd’s e potrebbero aumentare ulteriormente se l’attuale blocco continuasse in un altro trimestre. Le perdite stimate per il 2020 coperte dall’industria assicurativa a seguito di COVID-19 sono di circa 107 miliardi di dollari. Mentre per le catastrofi naturali si e’ trattato di  eventi geograficamente contenuti, verificatisi nel corso di ore e giorni – per il COVID-19 l’impatto globale, sistemico e a lungo termine è di natura molto diversa.

Inoltre, a differenza di altri eventi, il settore sperimenterà anche un calo dei portafogli di investimento di circa 96 miliardi di dollari, portando la perdita totale prevista per il settore assicurativo a 203 miliardi di dollari. 

Nel suo annuncio, Lloyd’s ha detto che prevede di rivelare numerose iniziative nelle prossime settimane per sostenere la risposta a breve, medio e lungo termine alla pandemia.

Per una serie di motivi, in particolare i prezzi, la grande maggioranza delle aziende è stata riluttante ad acquistare un’assicurazione pandemica autonoma o persino estensioni legate alle polizze standard di BI Business Interruption (interruzione aziendale per perdita di profitti) , che richiedono un elemento di innesco fisico, come un incendio, ed escludono in gran parte esplicitamente focolai di malattie infettive. John Neal, CEO di Lloyd’s, ha dichiarato: 
“Il settore assicurativo globale sta pagando un’ampia gamma di polizze a sostegno delle imprese e delle persone affette da COVID-19. Il solo mercato dei Lloyd’s dovrebbe pagare crediti per circa 4,3 miliardi di dollari, rendendolo uno dei più grandi pay-out del mercato di sempre. Ciò che rende unico COVID-19 è il devastante continuo impatto umano e sociale, ma anche lo shock economico. Prendendo insieme tutti questi fattori sfideremo il settore come mai prima d’ora, ma continueremo a concentrarci sul supporto ai nostri clienti e a continuare a pagare i sinistri nelle settimane e nei mesi a venire. 

“Oltre a rendere i pagamenti record, abbiamo rivolto la nostra attenzione a ciò che possiamo fare di più per sostenere le imprese e la società in questo momento incredibilmente difficile. Oltre al nostro pacchetto di donazioni di beneficenza da 15 milioni di dollari, abbiamo accantonato 15 milioni di dollari di capitale di avviamento per esplorare come l’industria può creare o ospitare strutture che sostengono la ripresa economica e mitigano contro eventi futuri di questa portata. Stiamo anche lavorando con i nostri comitati consultivi per sviluppare una serie di iniziative a supporto dei nostri clienti e della ripresa economica nel breve, medio e lungo termine.” 

Oltre a gestire pagamenti di ampia portata in tutti i settori e aree geografiche, gli esperti, gli imprenditori e gli innovatori uniti dal mercato dei Lloyd’s hanno già iniziato a creare nuove politiche per sostenere l’immediata risposta sanitaria e la strategia di uscita a lungo termine. Ciò include la ricerca di diagnostica, trattamenti e vaccinazioni, in cui un sindacato di Lloyd’s sta assicurando più di 100 studi clinici in tutto il mondo che studiano tutte le fasi del COVID-19. 

Lloyd’s sta anche riutilizzando le iniziative di innovazione esistenti nel suo Innovation Lab e Product Innovation Facility per aiutare lo sviluppo rapido di prodotti assicurativi per sostenere la risposta al COVID-19 e prevede di annunciare una serie di ulteriori iniziative nelle prossime settimane, che continua a lavorare con il governo, l’industria e le imprese per sostenere la risposta a breve, medio e lungo termine a COVID-19. Un’iniziativa in esame include la creazione di un veicolo assicurativo “Recover Re” che offre una copertura “dopo l’evento” per il recupero aziendale correlato alla pandemia, compresa l’attuale pandemia COVID-19.

Source : Lloyd’s

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...